Home Blog Chi Siamo L'Accademia Video Testimonianze Foto Contatti
800.974.001
Indietro

QUANTA ATTENZIONI DEDICHI ALLE ASSUNZIONI? TI SVELO IL MIO SEGRETO PER NON COMMETTERE ERRORI

Se assumiamo il collaboratore sbagliato non è colpa sua se è lento, svogliato o crea problemi. La colpa è nostra che lo abbiamo assunto senza averne la totale consapevolezza.

QUANTA ATTENZIONI DEDICHI ALLE ASSUNZIONI? TI SVELO IL MIO SEGRETO PER NON COMMETTERE ERRORI

A volte mi dicono che esagero, che il mio annuncio di ricerca di personale è estremo,
che sono troppo impattante e che così facendo “metto paura” ai potenziali collaboratori.

Ed io rispondo che il mio obiettivo è essere esagerato, estremo, impattante e mettere paura.
Perché una cosa in tutti questi anni l’ho capita:
chi viene a lavorare con me deve essere consapevole del lavoro meraviglioso e difficile che andrà a fare.

L’ambiente in cui andrà ad inserirsi è eccellente, e L’ECCELLENZA NON È COMODA.
Non ammetto ritardi, sciatteria, scuse.
E non devi farlo neppure tu!

Ci sono una sfilza di cose che non tollero dai miei dipendenti, alte sono le aspettative e tantissime le soddisfazioni e le opportunità che mi impegno a garantire.
Pretendo che al centro dell’attenzione dello staff ci sia sempre la cliente.
Il che significa che:

  • non è ammissibile dimenticarsi di lei o comportarsi come se lei non ci fosse;
  • non è ammissibile parlare male;
  • voglio vedere lo staff scattante e ossessionato dalla qualità, sia tecnica che relazionale;
  • voglio vedere lo staff entusiasmare le clienti;
  • voglio vedere lo staff unito e collaborativo.

Ovviamente anche le pretese bisogna chiederle con il sorriso e spirito collaborativo.
Perché il gruppo (leader incluso) cresce e dà il massimo in un clima di rispetto e serenità.

TU SAI COSA CERCHI?
Quando pubblichi un annuncio o fai una selezione, ti fermi alle apparenze o alle raccomandazioni di un amico che ti garantisce che quella è “una persona valida”? Oppure diventi anche tu, come me, un guerriero che sceglie solo altri guerrieri con il chiodo fisso per i risultati fenomenali?

Perché gestire il personale è una delle grandi sfide di chi ha un salone e non possiamo permetterci di incasinarci la vita da soli.
Quando dico incasinarci da soli intendo che, facendo le scelte sbagliate a monte, sarà molto più difficile correggere un collaboratore.

Se assumiamo il collaboratore sbagliato non è colpa sua se è lento, svogliato o crea problemi.
La colpa è nostra che lo abbiamo assunto senza averne la totale consapevolezza.

Dobbiamo essere diretti e molto chiari su come funzionano le cose nel nostro salone, per due ragioni:
1. i collaboratori inadatti scapperanno a gambe levate terrorizzati;
2. i collaboratori adatti non vedranno l’ora di cominciare e dare il massimo!

Le persone affamate di risultati, che hanno voglia di crescere e mettersi in gioco, sono attratte da un ambiente di lavoro stimolante.
Non dimenticare che attraiamo ciò di cui abbiamo bisogno, perciò focalizzati sui collaboratori che desideri e fai in modo che vengano da te.


Indietro



Scopri il libro di Luca Picchio
"Diventare un Parrucchiere Rockstar"

Scopri di più
È uscito il Cofanetto DVD
"Diventare un Parrucchiere Ninja"

Scopri di più